Differenze tra mdf e multistrati

Due materiali molto diversi tra loro, impiegati in falegnameria per scopi ben diversi.

Vediamo quali.

MDF


L'MDF è un legno artificiale o derivato, composto da fibre di legno polverizzate, pressate ed incollate tra loro.
Il risultato sono pannelli di legno dalla superficie liscia e dalla struttura uniforme, adatti a qualsiasi tipo di lavorazione meccanica, soprattutto quelle a C.N.C. (un esempio possono essere gli scavi per le maniglie a gola integrate nell'anta).

Può essere ricoperto con fogli di laminato o essenze varie, o più semplicemente verniciato con laccature.

MULTISTRATI


A differenza del MDF, il multistrati è un pannello formato da strati di legno più o meno spessi, 
i quali vengono incollati e pressati tra di loro con colle apposite. Anche in questo caso come per l'MDF, si possono aggiungere delle soluzioni alle colle per rendere il multistrati immune a batteri, al fuoco o all'acqua. Proprio per queste caratteristiche, se sollecitato, questo materiale avrà una maggiore resistenza e tenuta. Molte volte capita però che l'MDF, a differenza del multistrati, risulti più adatto per certi tipi di lavorazione.
Personalmente sconsigliamo l'utilizzo del Multistrati per realizzare Ante e pannellature mobili in quanto potrebbe "stortarsi" per via delle fibre al suo interno; molto più indicato per strutture interne resistenti e di qualità.

Ovviamente i due materiali hanno prezzi differenti, ma entrambi possono essere dei validi prodotti per i vostri arredi, sopratutto se rivestiti con lastre di legno, laminati o altri tipi di materiali.

________________________________________________________

Sei interessato al nostro progetto "PORTE APERTE" e ai relativi articoli sul mondo della falegnameria su misura?

Vai all'indice completo

________________________________________________________

Sei interessato alla nostra azienda e al nostro modo di lavorare?
Scopri le nostre realizzazioni

________________________________________________________


0 Comentarios